CARICAMENTO

Type to search

Fibrillazione Atriale

News video video home

Fibrillazione Atriale

Media For Health
Share

Fibrillazione Atriale: Giornata Mondiale

2° Posto agli AboutPharma Digital Awards 2017

Categoria: progetti di digitalizzazione dell’industria LifeScience

Giornata Mondiale contro la Fibrillazione Atriale 2017.  E’ a suon di bonghi la lotta all’aritmia.  Daiichi Sankyo coinvolge dipendenti e passanti nella campagna #Facciamocisentire.

#Facciamocisentire”, “daiichisankyo”, “#safety” (ovvero, “sicurezza”). Sono gli hashtag distintivi della campagna social relativa alla Giornata Mondiale contro la Fibrillazione Atriale, la data del 9 settembre è istituita dalla Global Atrial Fibrillation Allianceorganizzazione non-profit fondata allo scopo di riunire pazienti, medici e industria in tutto il mondo per il comune obiettivo di migliorare la conoscenza, la consapevolezza e il supporto per la gestione della fibrillazione atriale.

Cos’è la Fibrillazione Atriale:

La fibrillazione atriale è la forma più diffusa di aritmia cardiaca.
Le aritmie sono alterazioni del ritmo cardiaco che possono originare in punti diversi del sistema di conduzione del cuore, compromettendo, in modo più o meno severo, la sua funzione di pompa.

La fibrillazione si manifesta con l’irregolarità, spesso rilevante, del ritmo cardiaco. I disturbi che il paziente avverte possono essere molto variabili, passando da periodi in cui non si accorge di nulla a sensazioni
di forte malessere, con difficoltà a respirare e debolezza fisica.
La auscultazione del polso, che presenta un ritmo irregolare, consente di sospettare la patologia; per definire la diagnosi dovranno seguire ulteriori accertamenti specifici (elettrocardiogramma, ecocardiogramma, ecc.).

La complicanza più grave della fibrillazione atriale è la formazione di coaguli (detti trombi) all’interno dell’atrio che, attraverso la circolazione sanguigna, possono essere spinti verso vari organi causando un blocco locale del flusso del sangue con effetti più o meno dannosi. L’ictus cerebrale è il rischio più serio.

Per ridurre il rischio di fibrillazione atriale è necessario adottare uno stile di vita sano e seguire alcune semplici regole: scegliere una dieta “amica” del cuore, mantenere il peso forma, non fumare, svolgere una regolare attività fisica.

Fonti:

Daiichi -Sankyo

PagineMediche.it

Romadailynews

Facebook Giornata Mondiale

Tags