open accelerator - media for health

Open Accelerator: seconda edizione del programma di accelerazione per StartUp promosso da ZCube

Domenico Mancini by

Open Accelerator: ricercatori, scienziati e aspiranti imprenditori italiani e internazionali, hanno tempo fino al 16 luglio 2017 per presentare il proprio progetto di “Start up nelle life science” al programma di accelerazione promosso da ZCube.

Sono 4 le macro aree di interesse di questa edizione:

Open Accelerator Zcube per Media For Health

  1. Drug delivery systems (tecnologie innovative per la somministrazione di farmaci e il rilascio controllato e mirato all’interno dell’organismo);
  2. Open source prototyping: medical devices, biomarkers, diagnostics (piattaforme tecnologiche innovative per la prevenzione e diagnosi quali dispositivi diagnostici professionali e applicazioni biometriche avanzate);
  3. Wearables e digital health (dispositivi indossabili che migliorino la qualità di vita dei pazienti e soluzioni tecnologiche rivolte a migliorare i servizi sanitari);
  4. Big data (analisi e utilizzo dei dati che consentano la riduzione dei costi sanitari attraverso diagnosi più efficaci).

Quali benefici per i vincitori: attraverso un percorso in 12 tappe, finalizzato alla selezione dei progetti meritevoli di ricevere un investimento, seed, un massimo di 30 progetti potranno accedere al programma di accelerazione. Il programma prevede per i vincitori selezionati al termine del percorso:

  • da 25.000 ad un massimo di 100.000 euro
  • 6 mesi di uffici gratuiti e supporto di professionisti prezzo il campus scientifico Open Zone
  • ulteriori finanziamenti da Business Angels partner del progetto

Come aderire: tramite l’ “Application Form” disponibile sul sito http://www.openaccelerator.it/ 

 

open accelerator elena zambon per media for health“Il programma di Open Accelerator è l’evoluzione di ZCube per dare respiro all’innovazione nel campo della salute”…”Open Accelerator è una ‘palestra’ in cui ricercatori-imprenditori vengono supportati nella nascita delle loro start up per prepararsi alla sfida dei venture capital, che finanzieranno le fasi successive del loro futuro. Il nostro acceleratore diventerà sempre più il cuore di Open Zone, il campus scientifico alle porte di Milano dove la scienza ossigena il business, che raduna una community di 600 persone per favorire nuovi progetti e dare “un’accelerazione” al settore Life Science, che necessita di talenti, competenze consolidate ed energie nuove per crescere e affermare il ruolo del nostro Paese come terreno fertile e luogo ideale per l’innovazione imprenditoriale” – Elena Zambon, Presidente, Zambon S.p.A.

 

Chi sono i partner di questa seconda edizione:

Open Accelerator Media For Health

UniCredit Start Lab, offre un supporto a 360° alle startup selezionate accompagnando i team di riferimento in tutte le fasi di vita aziendale con azioni specifiche

Il Premio Gaetano Marzotto, voluto da Giannino Marzotto, fa parte delle attività promosse da Associazione Progetto Marzotto che lo stesso Giannino ha fondato nel 2010 ispirandosi alla figura di Gaetano Marzotto, imprenditore di riferimento del Novecento, che ha saputo unire impresa e società, cultura e territorio. L’obiettivo del Premio Gaetano Marzotto è di individuare e sostenere i progetti imprenditoriali più promettenti creando opportunità di incontro tra l’ecosistema dell’innovazione e il sistema industriale e produttivo italiano

Innogest: We are Italian investors with global expertise, we trust in great entrepreneurs, we partner with hard-working visionaries. We have over 100 years of cumulative professional experience in the digital and the medtech fields, we invest in the best of breed of Italian companies with global ambitions. Our mission is to generate high-level returns for our investors by turning entrepreneurship and technology into fast-growing and successful companies.

IAB provides an environment that facilitates interactions between interesting start-up projects and its members. Our goal is to identify and nurture top talent entrepreneurs in the Life Sciences sector.

 

Per maggiori dettagli contattare Milva Naguib linkedin per Media For Health


Altre informazioni utili:

ZCube
ZCube, Reasearch Venture del gruppo Zambon, identifica e supporta la validazione di tecnologie innovative nel Life Science. Grazie ad un team esperto e al network di imprenditori, business angels e venture capital, ZCube investe e  supporta le idee innovative dalle prime fasi di sviluppo fino al lancio sul mercato nei campi del drug delivery, medical devices e digital health. ZCube usa un modello di ricerca satellitare “open source” sviluppato da Zambon con lo scopo di sviluppare prodotti specialistici e innovativi nei relativi ambiti di interesse terapeutico grazie a collaborazioni con centri di ricerca internazionali, università e aziende del mondo biotech.

SuppreMol è stato il primo progetto europeo lanciato con una nuova società grazie al contributo finanziario e di competenza da parte di ZCube. ZCube ha lanciato nel 2016 la prima “call for ideas” chiamata Open Accelerator che fornisce un percorso di accelerazione, training, mentoring e finanziamenti, per approfondire conoscenze di tecnologie e di business necessarie per il successo di start up innovative. Inoltre, la presenza del campus tecnologico di OpenZone permette una successiva incubazione delle start up in un ambiente dinamico e stimolante.


Open Zone
 Un luogo dove le CONOSCENZE sono condivise tra più partner del settore LIFE SCIENCE per favorire INNOVAZIONE, SINERGIA E SVILUPPO. Open, come dialogo aperto tra scienza, società e business, dove si sviluppano relazioni di scambio con i cittadini ed il territorio. In copertina il dettaglio del padiglione Oxy.gen: una “bolla d’aria” che galleggia sull’acqua, avente la funzione di spazio polivalente per attività culturali e formative volte alla divulgazione della cultura del respiro.

I collaboratori, che includono advisors e mentors,  provengono da importanti istituzioni italiane e internazionali quali, tra gli altri: Politecnico di Milano, University College London (UCL) e Imperial College (UK); aziende quali Deloitte, PWC, Accenture e Ernst&Young; aziende specializzate nel settore health quali Erydel, Axxam, IBM, LevMed Ltd (UK), PHARMExcel Ltd (UK),, Sirris (BE), Safe Patient Systems (UK); Incubatori/acceleratori di start up come APSTI (Associazione Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani), TTFactor; investitori come London Business Angles (LBA), Italian Angels for Biotech (IAB), 360° Capital Partners, Breed Reply (UK), Hovione Capital (PT), Innogest (IT), Atlante Venture (IT), Invitalia Ventures (IT), Quadrivio Capital (IT), Sofimac Partners (FR), TiVenture (CH), Vita Advisory (UK), 01Venture (UK).

You may also like